Lignano – Beach 5’s Rugby – Capitale Europea

I Campionati Europei di beach rugby parleranno italiano.

E’ la battuta che è uscita dall’Assemblea Generale della EBRA a Marsiglia svoltasi durante il week end.

[frame align=”center”]EBRA – il cuore di Beach Rugby in Europa[/frame]

E perchè ?  Lignano Sabbiadoro ha ottenuto l’organizzazione della Finale di Coppa Europa SUPER BEACH’5 RUGBY per il 2013 e 2014.

“Puntavamo a questo biennio per poter lavorare a lungo termine” – spiega Giancarlo Stocco organizzatore della manifestazione friulana ma anche Presiente della European Beach Rugby Association. “L’importante risultato non arriva a sorpresa. Lo scorso luglio i rappresentanti europei avevano già espresso a Lignano l’intenzione di ripetere la finale a Lignano per l’ottima organizzazione. Poi se ci mettiamo alcuni numeri come la presenza in Beach Arena di un pubblico di 10.500 persone in 2 giorni (4.000 per le finali della domenica pomeriggio), 8.300 singoli contatti per la diretta streaming del week end di tutte le partite e più di 100,000 singole visite sulle pagine di Facebooke e 9,600 visite al web site, la dice lunga su come abbiamo lavorato. Un successo per il movimento del beach rugby europeo che va oltre i propri confini continentali se si pensa che la città che ha espresso il maggior numero di accessi allo streaming è stata Buenos Aires in Argentina, mentre l’Inghilterra è stata la nazione che ha espresso il maggior numero di visite.”

La battuta che si parla in italiano era anche perché in determinate Commissioni di Lavoro ci sono italiani. “Ci sono italiani o comunque componenti del Forum Iulii RFC e le spiego il perché di questa sfumatura” – specifica Stocco – “Cesare Zambelli sarà nella Commissione di ricerca e valutazione nuove manifestazioni europee e nuove squadre ; l’arbitro internazionale Mauro Dordolo, ora coordinatore degli arbitri italiani, presiederà la Commissione Disciplinare ; Ben Little componente del Forum Iulii da 2 anni è irlandese e lui è all’interno della Commissione rapporti con IRB e FIRA. Insomma ruoli importanti e di riconoscimento al nostro lavoro.”

Si parla di un secondo torneo italiano che entrerà nel Campionato Europeo. Come si svilupperà ?

“Teniamo presente che la finale di Coppa Europa SUPER BEACH’5 FIVE a Lignano Sabbiadoro è riservata alle migliori squadre europee, un livello veramente alto e si accede su invito a seguito di un ranking conquistato negli anni. Si è voluto dare la possibilità a tante altre squadre europee di partecipare a delle manifestazioni a carattere europeo per avere la possibilità di vincere un titolo internazionale. Sono quindi nate le European Series alle quali potranno partecipare tutte le squadre e conquistando punti validi per una classifica generale potranno essere incoronati Campioni BEACH’5 RUGBY delle Euroean Series.

Oltre ai tornei di ZEEBRUGGE Belgio del 28 – 30 giugno, Marsiglia Francia 6 – 7 luglio e Figueira Portogallo 13 – 14 luglio, vi saranno altre 2 o 3 manifestazioni tra le quali una italiana che definiremo a breve. La finalissima di Lignano sarà invece il 20 – 21 luglio. Il Club che riuscirà a vincere sia le European Series che la finale Super Beach’5 Rugby, conquisterà il GRAND SLAM.”

Quali altre decisioni importanti sono state discusse ?

“Tenga conto che per Statuto, in EBRA quando si parla di beach rugby lo si fa senza limiti. Vuol dire che si parla e si svilupperà il beach rugby placcato, al tocco, tag, maschile, femminile e quanto la IRB e FIRA-AER riconosceranno. Ovviamente noi ci limitiamo ai Clubs, non alle squadre nazionali che sono di competenza di IRB e FIRA-AER. Questo farà avviare una serie di contatti per lo sviluppo di queste realtà. Il femminile sarà più velocemente applicabile, per quanto riguarda il touch aprirò una serie di contatti per valutare con chi EBRA in Italia potrà incrementare il progetto”

Vi attende una stagione molto impegnativa.

“Grazie, non dimentichi che in Italia abbiamo la L.I.B.R. che il 17 novembre a Roma ha l’Assemblea Generale Straordinaria per eleggere il Presidente e organizzare la nuova stagione. Di lavoro ce ne è davvero tanto.”

Intervista con Giancarlo Stocco, Presidente, EBRA – 01.10.2012

Ufficio Stampa Forum Iulii R.F.C.